ContrabbassoB92A8850_1

Nato a Roma nel 1990, a cinque anni ha iniziato a studiare il violino. Col tempo, a causa di un fenomeno inspiegabile ancora oggetto di dispute tra gli studiosi, oltre a lui, anche il suo strumento è cresciuto fino a diventare un contrabbasso. Comunque, dopo la maturità classica, un (breve) periodo alla facoltà di Filosofia, alcune esperienza nel mondo dello spettacolo e persino in quello del volontariato sociale agli studi consueti ha sommato quello del canto. Essere diventato un basso che suona il contrabbasso gli fa sperare di poter, un giorno, interpretare da solo l’aria di Mozart Per questa bella mano (k612) pensata per questo bizzarro duo e orchestra: sarebbe una bella soddisfazione.